CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

Gazzada Schianno , 02.01.2013

La presente scrittura disciplina il rapporto contrattuale di fornitura di cui all’articolo 62 comma 1, del D.L.24/01/2012, n.1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27.

 

1 – SPEDIZIONI, CONSEGNE E RECLAMI

  • E’ dovere ed onere del compratore verificare immediatamente le condizioni della merce consegnata. I reclami per vizi, difetti e/o difformità della merce debbono pervenire al venditore entro 24 ore dalla consegna o ritiro; nel frattempo la merce dovrà essere adeguatamente e diligentemente conservata dal compratore in modo che la stessa non possa subire danni. La merce, anche difettosa, che abbia subito manipolazione, alterazione o lavorazione da parte del compratore o suo avente causa, non può costituire oggetto di reclamo.
  • I termini di consegna indicati sono meramente indicativi. Eventuali ritardi nella consegna non potranno, quindi, in nessun caso dal luogo a risarcimento di danno o alla risoluzione del contratto.
  • Nel caso di inadempimento o di forza maggiore, compresi gli scioperi, il venditore avrà il diritto di sospendere o annullare in tutto o in parte le consegne di merce senza alcun diritto, neppure di risarcimento danni, a favore del compratore. L’annullamento parziale o la sospensione dell’esecuzione degli ordini, per i motivi anzidetti, non esonerano il compratore dall’obbligo di accettare e di pagare la merce ordinata.
  • Le consegne potranno essere sospese o rinviate in qualsiasi momento dal venditore se a suo insindacabile giudizio le referenze commerciali, economiche e finanziarie del compratore non offrissero sufficienti garanzie per il pagamento della fornitura. In particolare il venditore potrà sospendere le consegne nel caso di inadempienza del compratore o di sua mutata situazione economica il venditore avrà anche la facoltà di risolvere in tutto o in parte le vendite in essere e ogni altro rapporto con il compratore, fatto salvo ogni suo diverso e maggiore diritto.
  •  

    2 – PAGAMENTI, RITARDI E DANNI

    2.2- Qualora le condizioni di pagamento non fossero espressamente stabilite tra le parti, il pagamento del prezzo della merce dovrà essere effettuato “a vista data fattura”.

    2.3- Il ritardo nel pagamento di una fattura, anche se parziale, dà luogo all’annullamento dell’eventuale sconto pattuito e all’automatica decorrenza degli interessi di mora secondo quanto previsto nel D. Lgs. 231/02 e/o successive modifiche e/o integrazioni che, a insindacabile giudizio del creditore, potranno non essere applicati, qualora valutazioni di carattere economico-commerciale lo suggeriscano.

    2.4- Tra le parti viene espressamente convenuta la clausola “solve et repete” nel senso che il compratore non potrà sospendere né ritardare il pagamento del prezzo delle forniture e/o delle prestazioni accessorie né proporre alcuna domanda o eccezione giudiziale per qualsiasi titolo, anche legittimo, se prima non dimostri di avere effettuato integralmente tutti i pagamento dovuti. La prova dei pagamenti può essere dato solo mediante esibizione di regolari atti di quietanza.

    2.5- In caso di risoluzione del contratto per colpa del venditore, il compratore avrà diritto alla sola restituzione del prezzo pagato con rinuncia espressa a richiedere il risarcimento del danno. In caso di risoluzione del contratto per colpa del compratore, il venditore tratterrà a titolo di penale l’importo ricevuto all’epoca della risoluzione, salvo il risarcimento del maggior danno.

    2.6- Il credito derivante dalla fornitura non potrà essere oggetto di cessione o delegazione sotto qualsiasi forma, salvo accordi intervenuti tra le parti.

     

    3 – CONTROVERSIE

    3.1- Per ogni controversia relativa al rapporto di vendita qui disciplinato sarà competente esclusivamente l’autorità giudiziaria italiana ed in specie il Tribunale di Varese e la legge applicabile sarà sempre e solo quella italiana, ferma restando la facoltà per il venditore di adire ogni altro Foro eventualmente competete secondo la legge processuale.

     

    4 – INFORMATIVA PRIVACY

    4.1- Ai sensi del D. Lgs n. 196 del 30 giugno 2003 sul trattamento dei dati personali, si informa che i dati personali conferiti al venditore nella formazione di rapporti contrattuali, in occasione di attività promozionali, o di rapporti commerciali finalizzati alla presentazione di offerte, sono oggetto, da parte del venditore, di trattamenti informatici o manuali comunque dotati di procedure e sistemi idonei a garantire la sicurezza e riservatezza delle informazioni secondo per previsioni della normativa in materia, per finalità di:

    1. a) adempimento degli obblighi contrattuali, adempimenti di legge connessi a norme civilistiche, fiscali, contabili o di altra natura, gestione amministrativa del rapporto contrattuale;
    2. b) informazioni su future iniziative commerciali, annunci di nuovi servizi ed offerte, invio di materiale pubblicitario, ricerche di mercato, comunicazioni commerciali. I dati in questione vengono trattati dal venditore tramite il suo personale competente, limitatamente alle operazioni relative alle finalità di cui sopra.In tal senso si porta all’attenzione del compratore, qualora non aveste già adempiuto, la necessità di prendere visione della suddetta informativa e dei diritti di cui all’art. 7) del D. Lgs. 196/2003 e di comunicare la sua espressione di consenso al trattamento dei dati personali nell’ambito delle finalità e modalità ivi indicati.

     

    Raviolificio San Marco S.n.c.
    Il Legale Rappresentante